Archive for maggio 2013

insalatina di fave e baccelli saltati in padella

GAS vignola GAS vi cambia

Ingredienti per 2/3 persone:
500 gr di fave
1 cipolla (meglio se cipollotto fresco)
100 gr di seitan affettato (o prosciutto per i carnivori)
prezzemolo
olio EVO q. b.
pepe rosa
sale di Cervia q.b.

Preparazione:
-sgranate le fave
-lessate le fave per 3-4 min in acqua bollente salata
-scolatele e pelatele
-di metà o 3/4 dei baccelli (tutti sarebbero troppi) eliminate le estremità e le parti laterali che potrebbero contenere fastidiosi filamenti
-lavateli e tagliateli in 2 o 3 pezzi
-lessateli (o cuoceteli al vapore) per 5 min in acqua bollente salata
-scolateli e saltateli in padella con un filo d’olio EVO per un paio di minuti
-unite il seitan a dadini (o il prosciutto), un pizzico di pepe rosa pestato  e cuocete ancora per 8-10 min
-ora tritate finemente la cipolla/cipollotto
-in una ciotola capiente mescolate la cipolla alle fave sbucciate, condite con abbondante olio EVO, del prezzemolo tritato e poco sale
-in un bel piatto di portata riponete i baccelli ormai cotti

Portate tutto in tavola ed accompagnate le pietanze preparate con del buon pecorino stagionato ed un calice di Rugiada Corte d’Aibo o un altro vino bianco fermo, secco ed aromatico di vostro gradimento.
Buona cenetta a tutti, Eleonora

N.B.: usate solo fave freschissime, i baccelli devono essere sodi e di un bel verde acceso
PS: la cara gasista Elena Busani, che mi ha suggerito la ricetta, è solita aggiungere ai baccelli durante la cottura in padella della passata di pomodoro, provate… verranno sicuramente più gustosi!!!

Annunci

brioche dolce con uvetta e nocciole

pane dolce

INGREDIENTI:
150 gr circa di pasta madre
400 gr di farina di grano bolero integrale Consolida
150 gr di burro
150 gr di zucchero integrale Sem Terra (o 200 gr di malto)
1 uovo
100 gr di uvetta
100 gr di nocciole varietà Tonda Gentile Romana
latte d’avena o di riso q.b.

PREPARAZIONE:
-ammollate l’uvetta in pochissimo latte tiepido
-tritate le nocciole
-sciogliete il burro a bagnomaria
-impastate insieme farina e pasta madre
-unite all’impasto lo zucchero sciolto in pochissimo latte tiepido, il burro sciolto e l’uovo
-impastate per almeno 5 min fino a raggiungere una consistenza elastica
-a questo punto unite le nocciole tritate, l’uvetta scolata e continuate ad impastare per altri 3-4 min
-riponete l’impasto nella teglia prescelta precedentemente oliata e lasciate lievitare (circa 3-4 ore), in luogo riparato e tiepido… meglio se coperto da un telo
-tenete d’occhio l’impasto ed infornatelo quando è raddoppiato di volume in forno già caldo a 180°C per 35 min

Ringrazio Agnese del Cacomela per il bellissimo seminario formativo (a cui io ed alcuni altri gasisti abbiamo partecipato) sulla panificazione con pasta madre, il lievito naturale, un metodo antico e sanissimo senza aggiunta di sostanze chimiche o lievito di birra.

Buon divertimento e buona colazione

Eleonora