Archive for febbraio 2015

3a GAStronomia, la cena del GAS vi cambia all’Osteria della Luna

GAS vi cambia Vignola cena 27.02 Osteria della Luna
E’ tutto pronto per la 3a cena vegetariana del GAS vi cambia all’Osteria della Luna di Vignola,
venerdì 27 febbraio il tema della cena vegetariana è:  “i legumi”.
Insieme a Antonio Tondelli e al suo cuoco abbiamo messo a punto il menù,
eccolo:

– Tortino di lenticchie e patate rosse su crema di formaggi LamaGrande;
– Strichetti con crema di porro e ceci;
– Zuppa di fagioli neri, con crostini piccanti;
– Polpette vegetariane (ceci e fagioli neri) su di un letto di verdure
– Piccolo assaggio di formaggi
– Frittelle dolci di ceci e fagioli neri.
Abbinamento di vini ad opera dell’Oste
Il prezzo è di 25€ tutto compreso per adulti ed adulte,
10€ per bimbi e bimbe 5-10 anni, 0-5 anni gratis;

Gli ortaggi > Az.agr. biologica La Sega di Michele Caravita

Lenticchie e patate > Az.agr. biologica Abbiate Valerio

Ceci e farina di ceci > Az.agr. biologica La Masseria di A. La Palombara

La frutta biologica > Az.agr. Amabio di Elisa Mattioli

Il prezzo è di 25€ per gli adulti e le adulte,
bimbi e bimbe 5-10 anni 10€
0-5 anni gratis

Prenotatevi telefonando direttamente in Osteria: 059 764670

Ve -ni-teee, ve-ni-teee, ve-ni-teee!!!

Annunci

La depurazione del corpo – seminario degli Strulgador

la_depurazione locandina

Domenica 15 febbraio 2015 in un bel pomeriggio di sole, Barbara e Lorenzo, i nostri amati erboristi Strulgador, hanno tenuto un bel seminario sulla depurazione a cui ho partecipato. Ci hanno spiegato che la depurazione è uno stimolo a recuperare il contatto col proprio corpo e all’autoconsapevolezza e va fatta in questo periodo perché l’inverno è quasi passato lasciandoci una buona quantità di tossine nel corpo e forse anche qualche chilogrammo di troppo.

Strulgador GAS vi cambia

Barbara Pisa a sinistra del camino e Lorenzo a destra; entrambi sono laureati in Tecniche Erboristiche presso la Facoltà di Farmacia di Modena

L’abitudine di mangiare di più in inverno ci è rimasta nonostante non si viva più in case poco riscaldate e non si cammini o lavori per ore sotto la neve come accadeva nei secoli scorsi (allora mangiare più grassi era una necessità dettata dal freddo e dall’inadeguatezza degli abiti). Oggi le nostre case sono riscaldate, piene di comfort e si passa tanto tempo seduti in auto, davanti al computer o alla TV pertanto il nostro corpo è costretto ad uno sforzo metabolico eccessivo che lo porta a produrre più tossine di quante ne possa smaltire. In questo periodo quindi è bene depurare l’organismo, come un tempo si osservavano i rigori della Quaresima, un “cammino di preparazione” alla rinascita primaverile.

GAS vi cambia Strugador

La depurazione che possiamo scegliere di fare è un regime alimentare adatto prima di tutto a noi di modo che non sia una sofferenza ma un atto d’amore verso il nostro corpo, protratto per un lasso di tempo abbastanza lungo (che potrebbe essere proprio i 40 giorni, come per la Quaresima) da essere efficace; è importante evitare il consumo di prodotti animali quindi niente carne o pesce e lo stesso vale per uova e formaggi, si preferiscono invece alimenti vegetali proteici, come i legumi, i semi oleosi e la frutta secca oleaginosa. I cereali danno il meglio di sé integrali o semintegrali: uno dei cereali ideali per la depurazione di primavera è il grano saraceno, ma ottimo è anche il miglio o il riso; meno indicato è il grano, per il suo contenuto di glutine. E’ consigliabile all’inizio del periodo di depurazione, ma anche saltuariamente nel suo prosieguo, la pratica del DIGIUNO per un giorno (solo acqua o anche tisane, se proprio non si riesce sono ammessi i passati di verdura senza olio o i succhi spremuti di frutta non dolcificati). Il regime di depurazione si basa quindi sul consumo quotidiano di frutta e ortaggi meglio se freschi o cotti per poco tempo, ricette molto semplici con pochi ingredienti. Per la colazione del mattino ottima è la crema budwig con semi di lino e noci, preziose fonti vegetali di omega 3; al posto del tea o del caffè sono preferibili tisane o caffè di cicoria, ricco di polifenoli protettivi del sistema cardiovascolare e inulina, una fibra solubile che nutre la flora dell’intestino migliorando la digestione e contribuendo ad eliminare le tossine in modo efficiente. Durante i pasti è consigliabile bere infusi tiepidi e per tutta la giornata possiamo continuare a bere tisane depurative molto leggere al posto dell’acqua; le piante che aiutano la depurazione sono: achillea, salvia, timo, maggiorana, menta, tarassaco, ortica, le foglie di malva e tiglio… di queste si può fare una leggerissima tisana insaporita con i semi di finocchio o di anice da portare con noi per tutto il giorno. Per i pasti che devono essere molto semplici (piatti con pochi ingredienti, 2 o 3 al massimo) e ridotti nelle quantità, prima di cuocere i legumi secchi è consigliabile un ammollo che ne generi la germogliazione, in questo modo si assumeranno più principi vitali. Quando cuociamo al vapore o lessiamo le verdure a foglia larga possiamo tenere l’acqua e berla tiepida, sarà utilissima alla nostra depurazione e ci regalerà inoltre tante vitamine. Una ricetta detossinante molto semplice è per esempio una bella insalata col cavolo cappuccio o la verza tagliata a striscioline sottilissime condita con pochissimo olio EVO, tanto succo di limone e semi di girasole.

GAS vi cambia Vignola - curcuma

radice di curcuma, in polvere e grattugiata

Particolarmente d’aiuto è la curcuma, una delle migliori spezie utili a purificare il fegato dalle tossine; va assunta in polvere nelle zuppe (il caldo ne attiva le proprietà) o a crudo grattugiandone la radice e accompagnandola con poco olio di zucca o EVO (in questo caso è l’olio che ne attiva le proprietà) ed oltre a depurare è anche un potente antitumorale con azione antiossidante.

Tantissime sono state le cose dette durante questo bel seminario, scriverle tutte qui è impossibile… per un approfondimento maggiore vi consiglio vivamente in futuro di partecipare, Barbara e Lorenzo sono davvero bravissimi!

Eleonora Mar.