Archive for marzo 2015

Pizza rustica con la lattuga

gas vi cambia vegan ok

GAS Vignola GAS vi cambia - pizza con la lattuga

Ingredienti:

– 500gr di pasta del pane (va bene una qualunque pasta-base per pizza rustica)

– 2 cespi di lattuga dell’Az. agr. La Sega

– 1 cipolla grossa dell’Az. agr. La Sega

– 20 olive in salamoia di Urupia

– 20 gr di semi di girasole

– 10 gr di semi di sesamo

– olio EVO q.b.

– 1 cucchiaino di curcuma q.b.

Procedimento:

– io ho usato la pasta lievitata con la pasta madre che di solito uso per fare la pizza ed il pane per cui 8 ore prima ho “messo avanti la pasta madre”; potete comunque farne una molto semplice mescolando 350gr di farina, un po’ d’acqua tiepida, 1 bustina di cremor tartaro, 2 cucchiai d’olio EVO ed 1 cucchiaino di sale;

– fate saltare in padella la cipolla finemente tritata e  la lattuga tagliata a striscioline per 7-8min;

– aggiungete le olive snocciolate tagliate a pezzetti ed i semi di girasole, lasciate sfrigolare ancora qualche minuto e spegnete il fuoco;

– inclinate la padella e lasciatela in questa posizione mentre preparate il resto di modo che il liquido della lattuga coli tutto da un lato; questo vi permetterà di avere un bel ripieno consistente e non fluido;

– dividete la pasta in due pallotte;

– con la prima rivestite una pirofila stando attente/i a che non si formino dei buchi e cospargetela con 5 gr di semi di sesamo, poi riempitela con la lattuga stando attente/i a escludere il liquido;

– “tirate” la seconda pallotta di pasta ottenendo un sottile strato che ricoprirà la nostra pizza; sigillatela bene negli angoli ed in ultimo fate dei buchini sulla superficie con i rebbi di una forchetta;

– ora mescolate 2 cucchiai di olio EVO con la curcuma ed i semi di sesamo rimasti; spennellate la superficie della pizza rustica con questo composto;

– infornate per 35min a 180°C;

– servite quando si sarà raffreddata.

GAS vi cambia Vignola - pizza di lattuga

Ringrazio la nostra cara gasista Margherita Scotto di Perta che m’ha suggerito questa ricetta (in verità lei la fa con la scarola secondo la ricetta originale napoletana); dal momento che io non amo molto le insalate in genere ed il nostro Michele “non ce le fa mai mancare”, ho trovato questo modo interessante per utilizzarle… non appena mi ritrovo in cassetta un cespo (lattuga, radicchio, scarola ecc…) lo trasformo presto o tardi in pizza.

Per evitare che il “coperchio” della pizza si rompa durante il suo posizionamento, mettete la pallotta di pasta su un foglio di carta da forno e “tiratelo” col matterello, in questo modo sarà semplicissimo capovolgerlo sopra la pirofila senza che si spacchi per poi rimuovere pian piano la carta e sigillare il tutto.

Gnam gnam

Eleonora Mar.

Annunci