Posts Tagged ‘CampiAperti’

Il pane a lievitazione naturale di Agnese

Agnese ci fornisce il pane ed i prodotti da forno da quando siamo nati come GAS, qui di seguito le foto ed i dettagli dei prodotti:   proposte-pane-agnese

Annunci

Pummarola Day 2016

Sabato 13 agosto 2016, presso l’azienda agricola biologica “Ca’ Battistini” di Carlo e Germana di CampiAperti, abbiamo dato vita alla nostra QUARTA auto-produzione di pomodori biologici in barattolo (della TERZA svolta l’anno scorso -2015- non ci è stato possibile scrivere), in uno spazio più ristretto rispetto agli altri anni ovvero sotto il portico in quanto il magazzino dove eravamo soliti svolgere le passate edizioni del nostro Pummarola Day ora è diventato il laboratorio dei Fermenti Sociali che produce le più buone birre artigianali biologiche della zona e che questo GAS ordina mensilmente.

GAS vi cambia Vignola - Pummarola Day 2016

gruppone

Sempre in direzione ostinata e contraria alla pigra vignolesità agostana, Eleonora, Graziella, ElenaB, Elisa, la Merz, Pino, Daniela, Ottavio, Margherita e Fausto hanno:

  • tagliato a pezzetti i pomodori
GAS vi cambia Vignola - Pummarola Day 2016

Graziella, Daniela ed Elisa tagliano a pezzettoni i pomodori

  • messo i pezzetti di pomodoro nei vasetti di vetro, riciclando anche i vasetti già usati perché è bene evitare gli sprechi

GAS vi cambia Vignola - Pummarola Day 2016

GAS vi cambia Vignola

  • cotto i vasetti all’interno dei “fugon” o grandi pentoloni – nel nostro caso abbiamo dovuto usare dei bidoni perché i vasetti erano davvero tanti – per svariate ore, procedimento che ne garantisce la sterilizzazione del contenuto e conseguente conservazione

GAS vi cambia Vignola

  • pranzato allegramente con deliziosi manicaretti preparati da noi con le verdure del GAS e condivisi con tutti/e, padroni di casa e produttore di verdure compreso; sono state stappate e bevute le 2 preziose bottiglie di “Urupia Reserva”, il vino regalatoci dalle care amiche comunarde di Urupia in occasione del ventennale della comune… era buonissimo!   

GAS vi cambia Vignola

GAS vi cambia Vignola

E solo il giorno dopo i vasetti, raffreddatisi, possono essere tirati fuori dai pentoloni ed essere divisi tra le/i partecipanti. Abbiamo prodotto 374 vasetti (grandi, medi e piccoli) ed ognuno dei partecipanti si è portato a casa 53 vasetti che saranno utilissimi in inverno quando i pomodori non ci sono ma ci viene comunque voglia di una spaghettata al sugo. Pare che sia meglio aspettare un paio di mesi prima di aprire i barattoli, in questo modo i pomodori avranno concentrato il loro sapore e saranno buonissimi quindi meglio aspettare fino ad ottobre per fare il 1° sughetto!

Ed abbiamo anche una etichetta bellissima, a gratis (grazie Eleonora!)

GAS Vignola GAS vi cambia pummarola day 2016

E‘ diritto di un popolo avere cibo sano, prodotto attraverso metodi sostenibili, ecologici e trasparenti; questi vasetti di pomodori da noi prodotti sono parte della strategia di resistenza che il GAS vi cambia di Vignola attua contro il regime commerciale alimentare imposto dalle multinazionali.

Eleonora Mar., Graziella, ElenaB, Elisa, Eleonora Merz, Pino, Daniela, Ottavio, Margherita e Fausto… davvero una bella squadra, una bella energia e tante risate in serenità per una giornata di preziosa autoproduzione.

Evviva il GAS vi cambia di Vignola!

muffin di carote e cannella

muffin-carota    gas vignola vegan ok

Ingredienti per circa 10/12 muffin

150 gr di farina bianca di grani antichi Progetto Consolida

150 gr di farina integrale di grani antichi Progetto Consolida

120 gr di sciroppo d’acero o d’agave
120 gr di olio EVO
100 gr di carote dell’az. agr. La Sega di Michele Caravita
100 gr di uvetta
50 gr di noci sgusciate

50 ml di succo di mela

2 cucchiaini di cannella

1 pizzico di sale
1 bustina di cremor tartaro

Procedimento:

  • mettete in ammollo l’uvetta in un po’ di acqua tiepida in modo che riprenda la sua consistenza morbida; a parte, pulite le carote a tagliatele alla julienne o tritatele finemente e col coltello tagliate grossolanamente anche i gherigli di noce;
  • miscelate fra di loro gli ingredienti secchi in una ciotola capiente (la farina, la cannella, il pizzico di sale e il cremor tartaro);
  • nel robot-mixer inserite invece tutti gli ingredienti liquidi (l’olio, il succo di mela e lo sciropo d’acero/agave);
  • prendete i liquidi, uniteli alle “polveri” e alle carote e iniziate a miscelare; una volta ottenuto un composto omogeneo fermate il robot-mixer e aggiungete l’uvetta sgocciolata e le noci tagliate, avendo cura di mescolare ben bene; se l’impasto dovesse risultare troppo asciutto, potete aggiungere un goccio di succo di mela;
  • prendete i pirottini da muffin e, con l’aiuto di un cucchiaio, versate il composto direttamente nei pirottini;
  • cuocete i muffin per circa 40-45 min in forno a 180 °C e poi…

gnam gnam

Eleonora Mar.

PS: Io ho usato la fibra delle carote che l’estrattore espelle dopo aver fatto un buonissimo succo fresco; lo so che contengono poche sostanze perché tutte le vitamine sono finite nel succo ma mi piange davvero il cuore buttare nella compostiera qualcosa che è ancora edibile ed ha un buon sapore. Lo sciroppo d’acero si può sostituire con lo zucchero integrale di canna, se però il composto è troppo ‘solido’ si può aggiungere ancora del succo di mela.

Canederli di cavolfiore e broccoletti

IMG_0238

Ingredienti per circa 12 canederli:

  • 200 gr di mollica di pane raffermo
  • 250 gr di cavolfiore dell’Az. agricola “La Sega” di Michele Caravita
  • 150 gr di broccoli dell’Az. agricola “La Sega” di Michele Caravita
  • 50 gr di latte di mandorla (o di riso o d’avena)
  • 1 uovo
  • poca farina seminitegrale Il Biricoccolo
  • dragoncello, salvia e rosmarino
  • olio EVO q.b.
  • sale di Cervi q.b.

Procedimento:

  • Tagliare a dadoni il pane;
  • Ammorbidire il pane nel latte;
  • Cuocere a vapore il cavolfiore ed il broccolo e schiacciarli coi rebbi di una forchetta;
  • Mettere in un qualunque robot da cucina il pane ed aggiungere il cavolfiore/broccolo schiacciato, aggiustare di sale e continuare ad amalgamare ed infine unire all’impasto l’uovo;
  • Aggiungere poca farina e se l’impasto dovesse risultare troppo morbido potete aumentare la quantità di farina o aggiungere del pangrattato;
  • Quando il composto sarà uniforme, senza grumi e modellabile, formare delle palline di uguale dimensione di circa 4-5 cm di diametro, farle rotolare in poca farina per aiutarle a tenere la forma;
  • Cuocere i canederli in abbondante acqua salata per circa 3-5 minuti, saranno pronti quando li vedrete galleggiare;
  • Condire con olio EVO scaldato in un pentolino con dragoncello, salvia e rosmarino tritati finemente.

GAS Vignola - GAS vi cambia

 

Anche la nostra gasista Nushin Delkhosh ha provato a fare una ricetta simile che “gira in internet”, lei ha aggiunto 50gr di parmigiano reggiano ed un po’ di curry… è stata così contenta del risultato che ha voluto condividere con tutte/i voi la foto del piatto ultimato, provate anche voi!

GAS vignola GAS vi cambia

Il periodo dei cavoli è solo all’inizio e la nostra fantasia è illimitata.

Eleonora Mar.

 

 

“Camille” di zucca

GAS Vignola GAS vi cambia - camille di zuccaa

Ingredienti per 12 camille

  • 200 gr di zucca pulita dell’Az.Agr. La Sega di Michele Caravita
  • 180 gr di zucchero integrale dei Sem Terra
  • 2 uova di BioRuggeri
  • 100 gr di latte vegetale (riso o avena)
  • 100 gr di olio EVO
  • 300 gr di farina semintegrale di Consolida 
  • 100 gr di mandorle sgusciate de La Fattoria della Mandorla
  • 1 bustina di lievito naturale (cremor tartaro)
  • 1 pizzico di sale di Cervia

Procedimento

  • impastare in un qualunque robot da cucina le mandorle, lo zucchero e la zucca a pezzetti

  • con le lame in movimento aggiungere tutti gli altri ingredienti uno alla volta

  • continuare ad impastare fino a che tutto è ben amalgamato ed è diventato una soffice crema 
  • mettere l’impasto nei pirottini per muffin

  • infornare per 20 minuti a 180°C.

Vi assicuro che smangiucchiati la mattina a colazione o in una breve pausa di relax con una tisana degli Strulgador sono davvero ottimi… beh, a dir la verità sono buonissimi sempre!

Ah… dimenticavo… io mi sono autoprodotta del latte di riso in maniera rapidissima in questo modo: immergere 50gr di riso bianco in 1lt d’acqua ad 80°C, lasciare in ammollo per 8min, frullare col minipimer, attendere 4-5min, filtrare con un colino finefinefine, aggiungere a gradimento zucchero di canna o sciroppo d’acero… ed ecco il vs latte vegetale è pronto!

Eleonora Mar.