Posts Tagged ‘ricette col cavolo’

Canederli di cavolfiore e broccoletti

IMG_0238

Ingredienti per circa 12 canederli:

  • 200 gr di mollica di pane raffermo
  • 250 gr di cavolfiore dell’Az. agricola “La Sega” di Michele Caravita
  • 150 gr di broccoli dell’Az. agricola “La Sega” di Michele Caravita
  • 50 gr di latte di mandorla (o di riso o d’avena)
  • 1 uovo
  • poca farina seminitegrale Il Biricoccolo
  • dragoncello, salvia e rosmarino
  • olio EVO q.b.
  • sale di Cervi q.b.

Procedimento:

  • Tagliare a dadoni il pane;
  • Ammorbidire il pane nel latte;
  • Cuocere a vapore il cavolfiore ed il broccolo e schiacciarli coi rebbi di una forchetta;
  • Mettere in un qualunque robot da cucina il pane ed aggiungere il cavolfiore/broccolo schiacciato, aggiustare di sale e continuare ad amalgamare ed infine unire all’impasto l’uovo;
  • Aggiungere poca farina e se l’impasto dovesse risultare troppo morbido potete aumentare la quantità di farina o aggiungere del pangrattato;
  • Quando il composto sarà uniforme, senza grumi e modellabile, formare delle palline di uguale dimensione di circa 4-5 cm di diametro, farle rotolare in poca farina per aiutarle a tenere la forma;
  • Cuocere i canederli in abbondante acqua salata per circa 3-5 minuti, saranno pronti quando li vedrete galleggiare;
  • Condire con olio EVO scaldato in un pentolino con dragoncello, salvia e rosmarino tritati finemente.

GAS Vignola - GAS vi cambia

 

Anche la nostra gasista Nushin Delkhosh ha provato a fare una ricetta simile che “gira in internet”, lei ha aggiunto 50gr di parmigiano reggiano ed un po’ di curry… è stata così contenta del risultato che ha voluto condividere con tutte/i voi la foto del piatto ultimato, provate anche voi!

GAS vignola GAS vi cambia

Il periodo dei cavoli è solo all’inizio e la nostra fantasia è illimitata.

Eleonora Mar.

 

 

Annunci

I crauti (ricetta rapidissima)

GAS Vignola GAS vi cambia - crautigas vi cambia vegan ok

 

 

Ingredienti:

  • 1 cavolo cappuccio (potete usare anche la verza) Az. Agr. La Sega di Michele Caravita 
  • olio EVO di Urupia qb
  • aceto di mele qb
  • 1 cucchiaino di sale di Cervia
  • 2 foglie di alloro
  • bacche di ginepro
  • semi di cumino
  • semi di sesamo
  • semi di senape
  • un paio di foglie di alloro

Procedimento:

  • togliete le foglie più esterne e danneggiate del c. cappuccio
  • tagliatelo a metà ed eliminate il torsolo
  • ora su un tagliere tagliatelo a striscioline mooolto sottili (2mm)
  • fate insaporire un po’ di olio EVO in una padella con una ventina di bacche di ginepro e le due foglie di alloro
  • aggiungete le listarelle di cavolo, il sale e fate saltare per 5-6 min
  • è il momento ora di aggiungere poco aceto di mele, i semi di sesamo, i semi di senape e pochi semi di cumino
  • lasciate cuocere per altri 5-6 min e se necessario aggiustate di sale 

Ed ecco che i vostri crauti son pronti!   Gnam gnam

Beh, intendiamoci, chiamarli crauti è improprio perché la vera ricetta prevede una lavorazione lunga un mese; per chi avesse tempo e voglia ecco la ricetta originale di Carlo, produttore di CampiAperti (che chi di noi ha partecipato al PummarolaDay ha conosciuto perché eravamo a casa sua!), lui li fa abitualmente utilizzando una antica ricetta che trovate qui:  http://www.campiaperti.org/?p=3245

Eleonora Mar.

Pennette al pesto di cavolo nero

gas vi cambia vegan ok

GAS vignola GAS vi cambia

Ingredienti per 2-3 persone:

  • 300 gr di pennette integrali Iris
  • 500 gr di cavolo nero dell’Az. agr. La Sega di Michele Caravita
  • 1 piccola cipolla dell’Az. agr. La Sega di Michele Caravita
  • 15 gr di pinoli
  • 15 gr di noci (già sgusciate)
  • q.b. olio EVO di Urupia
  • sale di Cervia q.b.

Preparazione:

  • lavare le foglie del cavolo nero e pulirle come mostra il video!
  • cuocerle al vapore per non più di 5 minuti utilizzando l’apposito “ragnetto” (lo conoscete? indispensabile!!!)

GAS Vignola GAS vi cambia - ragnetto per vedrdure a vapore

  • tagliarle grossolanamente a strisce
  • far dorare in padella la piccola cipolla tritata in poco olio EVO
  • aggiungervi il cavolo nero e saltarlo insieme alla cipolla per 3-4 min
  • ora aggiungere le noci ed i pinoli e triturare grossolanamente il tutto col minipimer (non deve venire una crema!) aggiungendo un po’ di olio EVO ed aggiustando di sale
  • lessare la pasta in acqua salata e scolandola tenete un po’ d’acqua, vi servirà per amalgamare meglio il pesto in un bel piatto grande e profondo di portata.

Io al pesto ho aggiunto anche un po’ di semi di girasole che mi piacciono tanto ed ovviamente potete provare questo semplice ma saporitissimo condimento con altri tipi di pasta preferibilmente corta, di farro o di grani antichi… anche le orecchiette le vedo benissimo, comunque le pennette erano talmente buone che non ho fatto in tempo a fotografarle!!!

Gnam gnam…

Eleonora Mar.

la zuppa di farro per le fredde serate d’inverno

GAS Vignola GAS vi cambia - zuppa farrosissima

gas vignola vegan ok

Ingredienti per 4 persone:
6 cucchiai di farro integrale decorticato di Franco Marchetti
5 cucchiai di fagioli secchi con l’occhio o borlotti de Il Biricoccolo

2 cucchiai di lenticchie dell’Az. Agr. di Valerio Abbiate

2 cucchiai di ceci dell’Az. Agr. di Valerio Abbiate

2 cucchiai di cicerchie di LiberaDalleMafie della Bottega Oltremare
2 patate medie dell’Az. Agr di Valerio Abbiate (CampiAperti)
400 gr di zucca dell’Az.Agr. La Sega di Michele Caravita (CampiAperti)
2 porri dell’Az.Agr. La Sega di Michele Caravita (CampiAperti)
6 foglie grandi di cavolo nero (o verza) dell’Az.Agr. La Sega di Michele Caravita (CampiAperti)
sale dolce di Cervia e olio EVO di Urupia q.b.

Preparazione:
1- mettere in ammollo il farro ed i legumi in differenti ciotole (per i tempi consulta la tabella qui sotto);
2- far soffriggere in abbondante olio EVO i porri tagliati a rondelle, se non avete i porri vanno benissimo anche le cipolle;
3- aggiungere le patate pelate e tagliate a dadini;
4- lasciare rosolare il tutto per 15 min circa;
5- allungare il soffritto con acqua calda (almeno 1 lt);
6- quando avrà ripreso il suo bollore, aggiungere i legumi e la zucca, privata di buccia e semi, tagliata a dadoni;
7- proseguire la cottura per altri 15 min;
8- a questo punto aggiungere il farro scolato e far cuocere per 20min;
9- pulire il cavolo nero privandolo della spessa costa (guarda il video!), tagliarlo a striscioline di 2 cm ed aggiungerlo alla zuppa;
10- trascorsi 10 min la nostra zuppa è pronta e solo ora potete salarla perché ricordatevi che il sale indurisce i legumi, specie i fagioli, e se aggiunto prima ne rallenta la cottura.

Potete aggiungere a fine cottura un po’ d’olio EVO e servirla con un paio di fette di pane di grani antichi abbrustolite; potete usare anche un tipo diverso di legume (ceci, piselli o cicerchie)… io uso una bella pignatta di terracotta che lascia i sapori morbidi, ma sono sicura che con qualunque pentola verrà buonissima; mi piace usare anche la parte verde (fin dove si può) del porro, è edibile anch’essa e molto saporita. A vostro piacimento durante la cottura potete aggiungere del pepe nero e/o del rosmarino tritato. Ricordate di non far cuocere troppo il cavolo… 8-10 min al massimo sennò perderebbe tutte le sue proprietà.

Adattissima nelle giornate nevosissime!
Gnam gman…
Eleonora Mar.

Tempi di ammollo legumi:

Legume Tempo di ammollo* Tempo di cottura** Note
Ceci 8 h 1 h
Cicerchia 6 h 1 h
Fagioli borlotti 6 h 1 h
Fagioli cannellini 6 h 1 h
Fagioli con l’occhio 10 h 1 h
Fave 12 h 1 h
Fave decorticate 5 h 1 h
Lenticchie 1 h 45min
Lenticchie decorticate Nessun ammollo 20-30min
Piselli 4 h 45min
piselli spezzati Nessun ammollo 40min
Soia gialla 24 2-3h Vanno messi in frigorifero durante l’ammollo per prevenire la loro fermentazione
Soia nera 24h 2-3h
Soia rossa (azuki) 12h 50min

timballo di cavolo cappuccio

INGREDIENTI:
-500 gr di cavolo cappuccio tagliato a listarelle di Michele di CampiAperti
-700 gr di patate bollite
-1 cipolla grande
-un po’ di seitan o guanciale/pancetta
-70 gr di parmigiano grattugiato
-fettine di formaggio (scamorza, fontina o quello che avete in frigo)
-olio EVO Urupia
-sale di Cervia e pepe
-un po’ di pan grattato
PREPARAZIONE:
Affettare la cipolla, metterla a soffriggere con un po’ di olio e il guanciale/pancetta (o il seitan) a dadini.
Quando comincia a colorarsi aggiungere il cavolo cappuccio tagliato a listarelle e far cuocere coperto fino a quando il cavolo non sarà morbido. Se necessario aggiungere un po’ d’acqua. Quando è cotto aggiungere le patate bollite schiacciate con la forchetta (io ho usato lo schiacciapatate) e amalgamare.
Aggiungere sale e pepe a piacere (non troppo perchè poi va messo anche il grana).
Lasciare intiepidire e poi aggiungere il grana.  Amalgamare il tutto.
Oliare (o imburrare) una teglia da forno e passare con pan grattato. Mettere la mescola nella teglia e livellare.
Spargere sopra un po’ di pan grattato e infine coprire con alcune fettine di formaggio.
Mettere in forno a 180°C per circa un quarto d’ora e poi una passata finale sotto il grill.
E… mi saprete dire!!
Buona serata.
Sonia